LA LEGGENDA DELLE STELLE

Tanto, ma tanto tanto tempo fa, il cielo era una volta scura.

Non esistevano nè il Sole nè le stelle e le giornate erano estremamente buie e tristi.

Non vedevi mai nessuno alzare lo sguardo verso l’alto, con gli occhi sognanti, perchè sopra le teste degli uomini c’era nero, solo un incredibile nero!

Le fate del bosco facevano i loro incantesimi, ma seppur dotate di magia, provavano sempre un senso di paura, come se qualcosa potesse accadere da un momento all’altro , a sconvolgere la loro vita.

Provavano tante varie magie, ma non riuscivano mai ad illuminare il cielo.

Fata Virginia incominciò a cantare.

Si sa bene che le fate posseggono un’ugola d’oro, al contrario delle streghe che emettono una voce sgraziata!

Ma il delicatissimo canto di Clotilde non portò a niente.

Allora prese una decisione: chiamò, con un segnale particolare, tutte le sue sorelle sparse nei boschi e nei castelli e dopo essersi abbracciate e salutate, decisero di intonare un unico canto d’amore.

Tutta la Terra dondolò dolcemente e le note delle fate toccarono finalmente il cielo nero e si deposero un po’ qua un po’ là, dando finalmente luce!

Adesso il cielo era davvero pieno di stelle, il Sole illuminava il giorno e la paura sulla Terra svanì.

Quelle lucine che brillavano divennero sogno per tutti gli uomini.

Era bastata un’unione di fate che si voleva bene, per dar luce al mondo!